La lettera di Sophie: danzare da sempre e per sempre

La lettera di Sophie: danzare da sempre e per sempre

Una passione si coltiva con spirito di sacrificio e volontà, non importa a quante cose ti farà rinunciare, non importa quanti ostacoli lavorativi potrà crearti, non importa quanta vita sociale ti limiterà, passione significa anche sofferenza fisica o spirituale, ed è proprio la sofferenza che nello sport o nell’arte ti farà crescere sotto l’aspetto fisico o mentale.

Le tue capacità evolveranno grazie al tuo sudore ed alla tua costanza e la tua passione, sarà finalmente, parte integrante della tua esistenza.

Di seguito la lettera di Sophie: una ragazza di 14 anni che frequenta alcuni corsi di danza presso una scuola di ballo del suo comune di residenza, sapendo che tra l’altro Sophie è molto brava anche a scrivere, le abbiamo chiesto gentilmente di collaborare con noi per la stesura di questo articolo.

Vincitrice inoltre, attraverso concorsi di danza e gare, di alcune borse di studio per percorsi di danza prestigiosi sia da solista che con alcuni gruppi di coetanee, questa splendida ragazzina rimane sempre molto umile, con la testa sulla spalle ed i piedi ben piantati a terra, salvo chiaramente, quando si tratta di danzare.

Lettera della ballerina Sophie, una ragazza di 14 anni

Sono una ragazza di 14 anni e la danza è una parte integrante della mia vita.

Seguo corsi di danza classica e moderna rispettivamente una e tre volte a settimana e tra i miei molti impegni, trovo la danza un momento di svago e di creativitá, un momento nel quale posso davvero distaccarmi da tutto e da tutti ed esprimermi come meglio voglio e come meglio posso, non pensando oltretutto alle difficoltà quotidiane ed agli ostacoli che la vita mi presenta giorno dopo giorno.

Non potrei farne a meno della danza, in quanto solo con questa riesco a capire chi sono davvero e a superare i miei limiti e le mie paure affrontandole direttamente con scelte, alle volte complicate, che però portano a soddisfazioni meravigliose.

Danzare per me è il miglior insegnamento perché la danza, oltre ad essere corpo e movimento, è soprattutto anima, disciplina e sacrificio.

Danzare è emozionarsi ed emozionare, danzare è trasmettere, danzare è comunicare, danzare è sentirsi liberi, danzare è essere liberi, danzare è sperimentare, danzare è osare, danzare è avere rispetto, danzare è esprimersi ma non solo…

La danza è relazionarsi con diverse persone che condividono la tua stessa passione, ma con idee differenti dalle tue e con esperienze differenti dalle tue, imparando a comprenderle ed a rispettarle.

È vero che la danza è un impegno, ma spesso porta ad opportunità meravigliose che arricchiscono ogni appassionato e contribuiscono alla crescita personale di ogni individuo. 

Grazie alla danza si possono scoprire persone nuove ma soprattutto luoghi nuovi, pensieri differenti, culture differenti, abitudini differenti e tradizioni differenti. 

Frequenterò il liceo delle scienze umane con lo scopo di inseguire una carriera da insegnante o da psicologa, ma con il desiderio di continuare a ballare e realizzare i miei obiettivi futuri, ma soprattutto i miei sogni.

Ovviamente frequentando un liceo sarà più difficile seguire corsi di danza e di certo molto più impegnativo, ma come ho già detto la danza è sacrificio.

Ad oggi dalla danza ho appreso molto e posso dire che senza essa sarei una ragazza diversa, avrei forse più tempo per uscire e per studiare, avrei una cameretta più ordinata senza puntali di danza o qualche scarpetta da balletto classico sparse qua e là, ma avrei anche qualche limite in più ed un vuoto dentro di me che solo la danza è in grado di colmare.

Ancora non so che ruolo avrà la danza nel mio futuro, non so se farà parte del mio lavoro, non so se riuscirò a praticarla per molto ancora, ma quel che per ora so è che ad oggi è importantissima e che solo grazie a questa sono riuscita a superare molti miei limiti e sono pronta ad affrontarne di nuovi.